Principato di Monaco: da lunedì 19 aprile, ristoranti aperti la sera ma non per tutti

​In merito alle nuove disposizioni sanitarie anti-Covid19 in vigore dal prossimo 18 aprile, è stata indetta dal Governo di Monaco, nella giornata di giovedì 14 aprile alle 14:30, una conferenza stampa annunciata sul profilo social del Governo di Monaco ma il cui contenuto già circolava per vie ufficiose in tutto il Principato. Dettagli 

A chi si interrogava se Monaco fosse davvero così dipendente dalla Francia in merito alle disposizioni anti-Covid19 da riaggiornare (l’ultime misure scadrebbero il 17 aprile p.v.), ecco che la risposta non si è fatta attendere: con un punto stampa organizzato virtualmente con il Ministro di Stato, Pierre Dartout, e tre dei suoi Consiglieri – Didier Gamerdanger per la Sanità, Patrick Cellario per gli Interni e Jean Castellini per la Finanza – è stata riaffermata la Sovranità e l’indipendenza dello Stato retto dal Principe Alberto II rispetto ai confinanti; e dichiarata anche la solidarietà al popolo di Voltaire in questo momento così difficile. Tralasciando statistiche e dati che, giornalmente, vengono diffusi attraverso i vari profili social del Governo di Monaco (ora la comunicazione media si fa anche così), la sintesi dei nuovi dispositivi per limitare la diffusione del coronavirus riportano il Principato di Monaco alle situazione in essere circa 4 mesi fa.

Sempre cercando di essere pragmatici e attenti alle evoluzione della pandemia, e considerando l’incidenza dei contagiati, ora più contenuta, i rappresentanti del Governo hanno mostrato una certa soddisfazione dei risultati raggiunti, tanto da consentire la riapertura dei ristoranti la sera (ma solo ai residenti ed ai turisti alloggiati negli hotel monegaschi); e consentire attività sportive all’aperto agli studenti di ritorno dalle vacanze scolastiche che terminano tra una settimana. “Non si tratta di trionfalismi, siamo in guerra da più di un anno ormai, ma le decisioni prese sono basate sull’evoluzione positiva dei risultati che ci permettono, in concertazione con i membri del Comitato misto di controllo Covid19, di applicare nuove misure sanitarie in grado di rispondere anche alle istanze dei rappresentanti delle varie categorie professionali con i quali ci siamo costantemente confrontati” ha detto Dartout. Per Gamendanger invece, considerata quanto abbia inciso positivamente la campagna vaccinale, è giunto il momento di permettere ad una nuova fascia di età dei residenti (45-54) di manifestarsi (cliccare qui per capire le modalità) e farsi vaccinare, anche se al momento è possibile solo con le dosi della Pfizer. Pare ci sarà una consegna del Moderna ma non Astrazeneca, in quanto le categorie di riferimento non sono rappresentative.

A Monaco, le nuove misure saranno applicate dal 18 aprile al 3 maggio incluso, periodo durante il quale sarà possibile rientrare al proprio domicilio alle 21h e non alle 20h (il coprifuoco rimane), con la deroga delle 22h00 se ci si reca al ristorante, finalmente aperti anche la sera ma con le stesse regole del pranzo, per quanto questo privilegio è consentito solo ai residenti ed i turisti alloggiati in un hotel di Monaco, ‘in quanto i lavoratori devono comunque rientrare presso le proprie abitazioni rispettando il coprifuoco imposto, che sia in Italia o in Francia’. Gli orari sono dunque: dalle 11h alle 15h per la colazione e tra le 19h e le 21h30 la sera.

In attesa alle disposizioni previste in merito al Gran Premio di Formula 1 (in tal senso ha sollecitato una presa di posizione del Governo di Monaco anche la Chambre de la Communication, dopo l’AG tenutasi lo scorso 13 aprile, n.d.r.), per quanto riguarda il prossimo Gran Premio storico di Monaco, Cellario ha comunicato che si svolgerà in forma mista.

Pertanto le prove del 23 aprile si svolgeranno a porte chiuse mentre, per le qualifiche e le gare, con un limite massimo equivalente ad un terzo della capienza previsto ( ossia solo per massimo 6500 persone) è permessa la presenza. Ma, si specifica, si tratta di accogliere unicamente ai locali, i lavoratori monegaschi ed ai soliti turisti che risiedano in un hotel di Monaco. Per agevolare la partecipazione si stanno studiando tariffe preferenziali per consentire a tutti di approfittare dell’occasione, un po’ come è avvenuto con il programma ‘Culture e vous’, ossia con entrate a spettacoli a prezzi ridottissimi se non gratuiti. Se tale configurazione risulta efficace è previsto lo stesso dispositivo anche per l’E-prix di Monaco, in programma l’8 maggio p.v. A concludere l’incontro Castellini che, volendo sottolineare come queste nuove disposizioni potrebbero essere intese tra i segnali di rilancio dell’economia di Monaco, ha riassunto i dati relativi alle sovvenzioni statali erogate con il CARE, ma anche l’utilità al ricorso massiccio al telelavoro e al CTTR rinforzato, con esoneri delle spese sociali a carico dei datori di lavoro ed il sostegno fornito all’imprese con l’accesso ai fondi Rosso & Bianco o al Blu per la digitalizzazione. “Il Consiglio nazionale di Monaco – si legge in una nota inviata a qualche ora dal punto stampa ai media accreditati si rallegra che il miglioramento della situazione sanitaria nel Principato abbia permesso allo Stato di prendere una prima serie di misure ragionevoli per rendere la situazione più flessibile, tenendo conto della natura particolare di Monaco”.

QE-MAGAZINE #3 Marzo 2021

QE-MAGAZINE è il primo ed unico settimanale – ed ora mensile – digitale in italiano del Principato di Monaco FacebookInstagram e Twitter) che propone anche una versione stampabile del magazine digitale ESCLUSIVAMENTE agli abbonati che ne facciano richiesta. Da seguire anche i video del canale YOUTUBE MonteCarloBlog

Potrebbero interessarti anche...

2 risposte

  1. 22/04/2021

    […] di Monaco che, secondo quanto comunicato dal Governo, nel corso di una conferenza stampa virtuale (come abbiamo indicato nel nostro articolo accessibile cliccando qui) si svolgerà ma solo a determinate condizioni. Intanto il pubblico: decisa la capienza massima […]

  2. 13/05/2021

    […] avevamo accennato tempo fa in un nostro articolo (clicca qui per leggerlo) la Chambre de la Communication et événementiel di Monaco, dopo aver sollecitato un incontro al […]

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this. Informations légales et Protection des données personnelles Editeur du site : AMP Monaco, Entreprise individuelle de Maria BOLOGNA, immatriculée au RCI de Monaco sous N°07P07271 dont le siège social est situè 47, Boulevard du Jardin Exotique - 98000 MONACO CEDEX. NIS 9003 B 14839 N° Intracommunautaire FR 30 00007062 2 Hébergeur du site : REGISTER.IT Directeur de la publication : Maria BOLOGNA Informations nominatives Dans le cadre de ses activités et conformément à la législation en vigueur sur la Protection des Informations Nominatives sur Monaco (Loi n° 1.165, du 23 décembre 1993, modifiée), AMP Monaco s’engage à assurer la protection et la confidentialité des données à caractère personnel des utilisateurs de ses services, ainsi qu’à respecter leur vie privée. Cepandent, en applicant ce réglementation en matière de protection des informations nominatives vous concernant, vous disposez également d’un droit individuel d’opposition, d’accès et de rectification. Vous pouvez exercer ces droits en adressant votre demande, en ligne via le portail www.qe-magazine.com ou par courrier postal adressé à AMP Monaco, Service Client - 47, Boulevard du Jardin Exotique - 98000 MONACO CEDEX

Close