Monaco ed il Covid 19: concertazione e azione!

Il Consiglio Nazionale di Monaco, dopo aver ottenuto l’accordo dal Sovrano di Monaco che si è espresso in una lettera datata 23 marzo, ritiene che la creazione del nuovo Comitato di Sorveglianza congiunto con il Governo monegasco sia ora necessario per gestire l’emergenza del Covid 19. E, per non perdere tempo, ha anticipato i punti che intende affrontare in una lettera indirizzata al Consigliere di Governo – Ministro per gli Affari Sociali e la Salute di Monaco, Didier Gamerdinger, firmata dal Presidente Stéphane Valeri, dal suo Vicepresidente Brigitte Boccone-Pagès e dal Dr. Christophe Robino, Presidente della Commissione per gli interessi sociali e gli affari diversi (Cisad). Sottoscritto dall’unaminità dei componenti dell’Emiciclo monegasco, il testo non lascia alcun dubbio sul fatto che la preparazione della futura riunione sia primordiale così come la sua anticipazione (ossia organizzarla già il sabato 28 marzo e non lunedì 30 marzo come programmata). La concertazione di azioni comuni sembra andare di pari passo con le perplessità che animano ancora i consiglieri presieduti da Valeri.

Ed il confronto tra le parti – Governo e Consiglio Nazionale -serve: che sia per spiegare del perché persiste la penuria di maschere o della mancanza di tamponi chi ne faccia motivata domanda, sul tavolo immagino ci siano già pronte le indicazioni chiare per una strategia efficace e condivisa a beneficio di tutti i residenti del Principato di Monaco. La constatazione fragrante, per Valeri ed i suoi consiglieri, è che per Monaco questa occasione poteva rivelare al mondo come il Paese sia un polo di eccellenza sanitaria, capace di anticipare sui tempi bisogni e necessità. Ma così non è stato, almeno non fino ad ora. La corsa contro il tempo per anticipare il picco di pazienti che potranno rivelarsi positivi al Covid19 nei prossimi giorni, qualora si saturassero gli ospedali francesi, si deve tradurre nella messa a disposizioni di letti extra, magari allestiti al di fuori dalle strutture ospedalieri monegasche ma sempre sul territorio del Principato di Monaco. Chessò, al centro Leo Ferré o al Grimaldi Forum, per esempio. Del resto è cosa nota che nel Principato siano carenti di posti letti, per cui immaginare preventivamente delle situazioni alternative è auspicabile: “Non è più possibile pensare per settimane o addirittura in giorni. Ogni ora conta per fermare la pandemia e trovare soluzioni coraggiose ed efficaci, con la massima autonomia possibile” ha affermato Valeri. In questo senso, il Governo di Monaco è invitato non solo a prendere le migliori decisioni per proteggere la salute della popolazione ma di condividerle. “Si tratta anche di anticipare le conseguenze umane, economiche e sociali di questa situazione senza precedenti” ha scritto Valeri.

Tuttavia il Sovrano di Monaco pare sia soddisfatto di quanto è stato fatto fino ad ora: nel corso dell’intervista telefonica trasmessa nel corso dell’emissione Monaco face au Covid19, puntata #8 andata in onda il 25 marzo. Per questa ragione, tra appelli del Centro Ospedaliero Principessa Grace di Monaco a donare il sangue ed il bilancio dei positivi che sale a 21 ed un solo guarito, sono certa che la prima riunione del neo Comitato di Sorveglianza Covid19 si annunci particolarmente animato. Come andrà a finire? Lo vedremo nei prossimo giorni….

QE-MAGAZINE 2020 #11

QE-MAGAZINE è l’unico settimanale digitale in italiano del Principato di Monaco (FacebookInstagram e Twitter). Alla versione gratuita affianca anche una versione stampabile del magazine destinata ESCLUSIVAMENTE agli abbonati che ne facciano richiesta. Da seguire anche i video del canale MONTECARLOBLOG

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this. Informations légales et Protection des données personnelles Editeur du site : AMP Monaco, Entreprise individuelle de Maria BOLOGNA, immatriculée au RCI de Monaco sous N°07P07271 dont le siège social est situè 47, Boulevard du Jardin Exotique - 98000 MONACO CEDEX. NIS 9003 B 14839 N° Intracommunautaire FR 30 00007062 2 Hébergeur du site : REGISTER.IT Directeur de la publication : Maria BOLOGNA Informations nominatives Dans le cadre de ses activités et conformément à la législation en vigueur sur la Protection des Informations Nominatives sur Monaco (Loi n° 1.165, du 23 décembre 1993, modifiée), AMP Monaco s’engage à assurer la protection et la confidentialité des données à caractère personnel des utilisateurs de ses services, ainsi qu’à respecter leur vie privée. Cepandent, en applicant ce réglementation en matière de protection des informations nominatives vous concernant, vous disposez également d’un droit individuel d’opposition, d’accès et de rectification. Vous pouvez exercer ces droits en adressant votre demande, en ligne via le portail www.qe-magazine.com ou par courrier postal adressé à AMP Monaco, Service Client - 47, Boulevard du Jardin Exotique - 98000 MONACO CEDEX

Close