Covit-19: buon senso e precauzioni nel Principato di Monaco

Per quanto sia, il Principato di Monaco, come la Francia e tutti gli altri paesi del continente europeo, non è esente dalla possibilità di accogliere qualche ‘portatore’ del noto virus COVID 19, meglio conosciuto alle cronache con il nome di Coronavirus. Pertanto il Governo di Monaco ha ritenuto utile suggerire delle modalità indirizzate ai residenti di Monaco. Intanto si parte dallo sconsigliare ogni spostamento in zone a rischio (Asia del Sud-Est; per l’ Italia, la Provincia di Milano, il Veneto e l’ Emilia-Romagna), sia per ragioni di lavoro che professionali. A seguire suggerita l’auto-quarantena per tutte le persone, genitori o studenti monegaschi che hanno trascorso le loro vacanze in una delle zone indicate sopra. Altre misure sono state listate nella pagina del Governo di Monaco accessibile cliccando su https://bit.ly/2HZu3Ew. Detto questo, le scuole apriranno lunedì e, per il momento, mantenute in calendario attività e feste già programmate da tempo come il Ballo della Rosa orchestrato quest’anno da Christian Louboutin. Nizza e Mentone, invece, hanno capitolato annullando da mercoledì 26 febbraio le rispettive feste di Carnevale. Tuttavia a Monaco si resta comunque vigili ed il Governo, forse anche perché sollecitato formalmente da una lettera inviata dal Presidente del Consiglio Nazionale Stéphane Valeri, ha convocato due volte la stampa e, a parte, i rappresentanti dei due Stati più prossimi alla frontiera, l’Italia e la Francia, per l’opportuno scambio di notizie in merito alla situazione in corso nei rispettivi paesi.

Secondo quanto riferito dall’Ambasciatore d’Italia a Monaco, nel recente incontro con il Consigliere di Governo – Ministro degli affari sociali e la salute, Didier Garmendiger, il diplomatico è stato invitato, in un incontro bilaterale, ad “illustrare le iniziative poste in essere dal Governo italiano per contenere e gestire l’emergenza COVID 19”. Lo stesso, immagino, sia avvenuto con il suo omologo francese, sempre nel ‘quadro di piena trasparenza e collaborazione’ tra le parti. “Sono necessarie la vigilanza e la mobilitazione di tutti gli operatori sanitari”, ha detto alla stampa Gamerdinger che, lavorando in sinergia con la Prefettura delle Alpi Marittime e l’Organizzazione mondiale della Sanità, ha aggiunto che “il Principato di Monaco, secondo le convenzioni franco-monegasche, fa riferimento alle autorità sanitarie francesi”. Questo significa che, nel caso in cui un residente di Monaco fosse positivo al Coronavirus, nella misura del possibile, potrebbe essere ricoverato presso l’Ospedale Pasteur di Nizza al fine di beneficiare di trattamenti collettivi specializzati all’interno del suo dipartimento di malattie infettive, nonostante l’Ospedale locale, il Centro Princesse Grace di Monaco, abbia competenze in questo settore. In tal senso si ricordano le procedure da seguire in caso di sospetta infezione: non muoversi di casa e contattare, per maggiori chiarimenti, l’ispettore medico della sanità pubblica, nei giorni lavorativi il dott. Julie BIGA (jbiga@gouv.mc) , 98.98.44.35 // Eventualmente chiamare i Vigili del Fuoco di Monaco (18 o 112) che smisteranno la chiamata ad un medico specialista dell’ospedale Princesse Grace di Monaco. Per informazioni di carattere generale, invece, rivolgersi alla Direction de l’Action sanitaire telefonando, nei giorni lavorativi, al dott. Eric VOIGLIO (evoiglio@gouv.mc) 98.98.48.50 o (fine settimana e giorni festivi) al numero 0678638568.

QE-MAGAZINE è il primo ed unico settimanale digitale in italiano del Principato di Monaco (FacebookInstagram e Twitter) che propone anche una versione stampabile del magazine digitale ESCLUSIVAMENTE agli abbonati che ne facciano richiesta. Da seguire anche i video del canale MONTECARLOBLOG

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this. Informations légales et Protection des données personnelles Editeur du site : AMP Monaco, Entreprise individuelle de Maria BOLOGNA, immatriculée au RCI de Monaco sous N°07P07271 dont le siège social est situè 47, Boulevard du Jardin Exotique - 98000 MONACO CEDEX. NIS 9003 B 14839 N° Intracommunautaire FR 30 00007062 2 Hébergeur du site : REGISTER.IT Directeur de la publication : Maria BOLOGNA Informations nominatives Dans le cadre de ses activités et conformément à la législation en vigueur sur la Protection des Informations Nominatives sur Monaco (Loi n° 1.165, du 23 décembre 1993, modifiée), AMP Monaco s’engage à assurer la protection et la confidentialité des données à caractère personnel des utilisateurs de ses services, ainsi qu’à respecter leur vie privée. Cepandent, en applicant ce réglementation en matière de protection des informations nominatives vous concernant, vous disposez également d’un droit individuel d’opposition, d’accès et de rectification. Vous pouvez exercer ces droits en adressant votre demande, en ligne via le portail www.qe-magazine.com ou par courrier postal adressé à AMP Monaco, Service Client - 47, Boulevard du Jardin Exotique - 98000 MONACO CEDEX

Close