Monaco Impact lancia una campagna contro l’inquinamento da mascherine

L’associazione Monaco Impact, in collaborazione con la società Dietsmann Monte-Carlo, lancia
una campagna di sensibilizzazione sull’inquinamento dell’oceano causato dall’utilizzo e successivo abbandono sulle strade di maschere e guanti chirurgici protettivi, un fenomeno attuale e allarmante che si sta diffondendo anche nel Principato di Monaco da quando è iniziata la pandemia del Covid19

Secondo la BBC, si stima che attualmente sono circa 129 miliardi di maschere e 65 miliardi di maschere di guanti di plastica utilizzati ogni mese. Di questi, purtroppo, molti vengono lasciati in terra, ma anche nelle aree rurali il problema di pone, così come in spiaggia o in montagna. Questa attitudine poco civile, oltre a rappresentare un problema di salute perché potrebbero, come rifiuti, essere contaminati, sono pure un problema ambientale che è parecchio sottovalutato. Infatti, come per gran parte dei rifiuti gettati in natura, molte maschere e guanti di plastica, come tappi di bottiglie e cicche di sigarette, finiscono inesorabilmente nei nostri mari. E sappiamo tutti che, a causa del materiale che li compongono, ci vorrebbero 100 anni prima siano smaltiti se di plastica, o addirittura fino a 400 anni per la completa decomposizione delle maschere. Inoltre, se ingeriti dalla fauna selvatica marina, questi possono portare alla fine anche al soffocamento degli esseri viventi che li scambiano per appetibili prede. Inoltre, per chi non lo sapesse, le maschere chirurgiche sono realizzate in polipropilene, un materiale termoplastico ad alta densità, non biodegradabile e non riciclabile che si rompe rapidamente e quindi inquina l’acqua a causa delle microplastiche che lo compongono. Per quanto riguarda i guanti, invece, se sono in lattici a partire dalla gomma naturale, potrebbero essere una risorsa rinnovabile, per quanto la maggior parte di essi sono composti con il nitrile, quindi non biodegradabili. La Fondazione Tara ha dato l’allarme perché, proprio per la natura di questi rifiuti, in sette grandi fiumi europei, nel mese di giugno, sono stati prelevati campioni in cui delle microparticelle di plastica erano presenti ovunque. Quelle che si trovano in concentrazioni diverse nell’oceano possono essere ingerite da specie marine compromettendo non solo la fauna marina ma anche la nostra stessa salute. Da qui l’idea di agire tutti insieme responsabilmente, come suggerito dal team della Monaco Impact, associazione monegasca senza scopo di lucro che riunisce filantropi e imprenditori esperti residenti nel Principato che desiderano condividere il loro tempo e esperienza a beneficio dell’ambiente e della nuova generazione di imprenditori “responsabile”. Per farlo ecco il suggerimento più che pratico di buon senso: “Al fine di garantire che le maschere e i guanti protettivi che utilizziamo durante la i mesi a venire non inquinino a loro volta le acque del nostro pianeta, giacché possono essere contaminati, bisogna utilizzare un sacchetto della spazzatura a loro dedicato. Quando è pieno, deve essere chiuso e conservato per 24 ore prima di essere gettato nel sacco della spazzatura casalinga”. Nella nota si suggerisce, cosa che facciamo anche noi, di recarsi sul sito dell’associazione monegasca cliccando qui . Un mondo fatto di persone più responsabili, crediamo, potrebbe davvero essere un mondo migliore e, forse, anche senza Covid19!

QE MAGAZINE 2020 #25

QE-MAGAZINE è il primo ed unico settimanale digitale in italiano del Principato di Monaco (FacebookInstagram e Twitter) che propone anche una versione stampabile del magazine digitale ESCLUSIVAMENTE agli abbonati che ne facciano richiesta. Da seguire anche i video del canale YOUTUBE MonteCarloBlog

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this. Informations légales et Protection des données personnelles Editeur du site : AMP Monaco, Entreprise individuelle de Maria BOLOGNA, immatriculée au RCI de Monaco sous N°07P07271 dont le siège social est situè 47, Boulevard du Jardin Exotique - 98000 MONACO CEDEX. NIS 9003 B 14839 N° Intracommunautaire FR 30 00007062 2 Hébergeur du site : REGISTER.IT Directeur de la publication : Maria BOLOGNA Informations nominatives Dans le cadre de ses activités et conformément à la législation en vigueur sur la Protection des Informations Nominatives sur Monaco (Loi n° 1.165, du 23 décembre 1993, modifiée), AMP Monaco s’engage à assurer la protection et la confidentialité des données à caractère personnel des utilisateurs de ses services, ainsi qu’à respecter leur vie privée. Cepandent, en applicant ce réglementation en matière de protection des informations nominatives vous concernant, vous disposez également d’un droit individuel d’opposition, d’accès et de rectification. Vous pouvez exercer ces droits en adressant votre demande, en ligne via le portail www.qe-magazine.com ou par courrier postal adressé à AMP Monaco, Service Client - 47, Boulevard du Jardin Exotique - 98000 MONACO CEDEX

Close