• Senza categoria

Monaco: circa 600 persone presenti al picnic dei monegaschi

“U Cavagnëtu”, il picnic dei monegaschi, organizzato dal Comune di Monaco, ha permesso a quasi 600 monegaschi di riunirsi al Parco della Principessa Antonietta per celebrare, insieme ai membri della Famiglia Principesca, la fine delle vacanze estive (foto by Eric Mathon / palais princier)

U Cavagnëtu Copyright Sébastien Darrasse

Dopo due anni di assenza a causa della crisi di salute, il sindaco Georges Marsan e i membri del Consiglio Comunale hanno finalmente dato il benvenuto alla coppia principesca, ai loro figli e a diversi membri del Consiglio di Stato, affiancati da alcuni esponenti famiglia de Massy. Lo comunica una nota stampa della municipalità di Monaco che sottolinea, inoltre, che al tradizionale raduno annuale dei monegaschi tenutosi sabato 3 settembre 2022 pomeriggio, nonostante il tempo incerto, erano presenti circa 600 persone. Il programma, come da tradizione, è debuttato con la Messa all’aperto, celebrata da Guillaume Paris, alla presenza dei ballerini de La Palladienne e del coro U Cantin che ha cantato diverse canzoni tradizionali dopo l’inno monegasco. Al termine della cerimonia, il Principe Sovrano e la Principessa Charléne si sono uniti ai presenti durante l’aperitivo composto da deliziose specialità culinarie locali (socca, tourte pissaladière, fougasse monegasca…).

I monegaschi presenti si sono organizzati occupando i tavoli allestiti sotto gli alberi del parco, a pochi passi dagli stand che hanno offerto grigliate, crêpes e dolci vari offerti dal Comune di Monaco, in aggiunta al contenuto del “cavagnëtu” (cestino da picnic) che molti avevano portato per l’occasione. L’atmosfera musicale è stata offerta da un quartetto jazz guidato da Lionel Vaudano, professore dell’Accademia Rainier III e dai cantanti di U Cantin d’A Roca. Come nella precedente edizione del 2019, il Municipio di Monaco ha messo a disposizione degli ospiti dei cestini per i rifiuti per il riciclaggio dei pasti non consumati, per non sprecare il cibo avanzato, nonché messo a disposizione cestini per le stoviglie in cartone, plastica e vetro per la raccolta differenziata. Queste misure, adottate dal Comune monegasco, sono un esempio pratico di come lo sviluppo sostenibile sia tra le priorità del Principato, a difesa dell’ambiente, nell’ottica di contribuire concretamente alla diminuzione del riscaldamento globale del Paese.

QE-MAGAZINE #7

QE-MAGAZINE è il primo ed unico periodico – ora mensile – digitale in italiano del Principato di Monaco  (FacebookInstagram e Twitter) che propone anche una versione stampabile del magazine digitale ESCLUSIVAMENTE agli abbonati che ne facciano richiesta. Seguiteci anche su nostro canale YOUTUBE MonteCarloBlog e anche sul nostro canale Telegram Monaco Pocket

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
Privacy Policy Cookie Policy