• Senza categoria

Confinamento a Monaco a novembre e anche senza sigarette, però!

L’abbinata che associa il coprifuoco destinato a limitare la diffusione del virus, comunicata con un allocuzione ufficiale il 29 ottobre, direttamente dal Principe Alberto II di Monaco, alla campagna antitabacco sarà certamente singolare quest’anno…

Il Principato di Monaco, per l’intero mese di novembre, anziché limitarsi alle celebrazioni del 31 maggio come avviene in tutto il mondo, da 5 anni invita tutti i fumatori ad abbandonare il vizietto. Si tratta della campagna di sensibilizzazione intitolata Moi (s) sans Tabac. Questa, leggiamo nel comunicato ‘è una sfida collettiva alla prevenzione’ domestica e consiste nell’incoraggiare tutti i fumatori a liberarsi dalla dipendenza dal fumo. Il principio di basa sullo stesso metodo utilizzato nelle riunioni degli alcolisti anonimi, ossia sono i non ‘più’ fumatori che incoraggiano i fumatori a smettere una volta per tutti. Per una strana ed unica circostanza, questa iniziativa coincide quest’anno proprio con il debutto del coprifuoco, ossia da domenica 1 novembre, e durerà esattamente tutto il mese. Secondo recenti studi, questa attività di sensibilizzazione pare sia particolarmente efficace perché, dopo 28 giorni, gli spiacevoli effetti dell’astinenza da fumo si riducono notevolmente, moltiplicando per 5 le possibilità di successo.

Un impegno di questo tipo richiede comunque la mobilitazione di tutti i professionisti del settore salute, come medici, farmacisti, dentisti, ostetriche, massaggiatori, fisioterapisti, infermieri, osteopati, psicologi. Tutte categorie, queste, che sono coinvolte anche su altri fronti, visto che il coronavirus viaggia indisturbato tra noi, nonostante tutte le misure sanitarie prese per arginare la sua diffusione. Per questa ragione, dato l’attuale contesto, le azioni di sensibilizzazione a distanza sono quest’anno particolarmente promosse. Infatti per partecipare all’evento Moi sans Tabac, oltre ad iscriversi sul sito Tobacco/Service Info – o chiamare il 3989 (gratuito a Monaco e in Francia) – per la prima volta è possibile fare ricorso ad una applicazione, E-coaching, utilizzabile sui propri device portatili (cliccare qui per scaricarla). Comunque si decida di proseguire e per prepararsi al meglio, si suggerisce di contattare un esperto in tabagismo o un operatore sanitario di Monaco, entrambe figure professionali destinate a lavorare con il fumatore volontario per determinare direttamente con lui la strategia più appropriata per dimenticare le sigarette, anche a lungo termine. Rigorosamente residente del Principato di Monaco, la persona ‘addicted’ può inoltre scegliere il metodo che meglio si adatta al rapporto esistente tra il tabacco e al proprio stile di vita, indirizzandosi gratuitamente agli operatori del Centro Ospedaliero Princesse Grace, chiamando il 97.98.97.41. Insomma, una sfida in più da mettere in conto, per chi decide di liberarsi dal fumo, anche solo per un mese…

QE-MAGAZINE #26

QE-MAGAZINE è il primo ed unico settimanale – ed ora mensile – digitale in italiano del Principato di Monaco FacebookInstagram e Twitter) che propone anche una versione stampabile del magazine digitale ESCLUSIVAMENTE agli abbonati che ne facciano richiesta. Da seguire anche i video del canale YOUTUBE MonteCarloBlog

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
Privacy Policy Cookie Policy