• Senza categoria

AMADE, Les Amis du Liban e Monaco Aide et Présence insieme per il Libano

Tre associazioni del Principato di Monaco, AMADE, Les Amis du Liban e Monaco Aide et Présence, hanno scelto di unire le loro forze per dare nuova vita all’istituto scolastico dei Fratelli di San Giuseppe, fondato nel 1966 nel quartiere di Ashrafieh, e distrutto lo scorso 4 agosto 2020, a causa delle due esplosioni mortali che hanno colpito Beirut, uccidendo più di 190 persone e ferendone quasi 6.500.

Nonostante gli aiuti internazionali giunti da ogni paese, il Libano versa in un grave stato di desolazione. La popolazione, già duramente colpita dalla crisi economica, politica e sociale che il Libano, si trova ora a dover affrontare una nuova emergenza, all’indomani di questa catastrofe di cui ancora non si conoscono esattamente le cause. All’indomani della tragedia il Principato di Monaco si è mobilitato grazie alle azioni dell’associazione Les Amis du Liban presieduta da Boubou Hallani che, in collaborazione con la Croce Rossa libanese, è riuscita ad organizzare sul posto le prime distribuzioni di pacchi alimentari e di generi di prima necessità. Tuttavia, nel corso dei vari interventi, è stata individuata, tra tante realtà, un istituto scolastico gravemente danneggiato, incapace di accogliere i 400 bambini che fino ad allora lo frequentavano. A questo punto l’ AMADE, Monaco Aide et Présence e la stessa associazione della Hallani hanno deciso di mobilitarsi insieme per dare nuova vita alla scuola des Frères Saint-Joseph, fondata nel 1966, permettendo agli insegnanti di riprendere i corsi dedicati ai bambini di diverse origini, dalla materna alla fine della scuola dell’obbligo.

Le 3 associazioni di Monaco, si legge nella nota, si sono poste l’obiettivo di raccogliere 180.000 €, considerato il budget necessario per la riabilitazione della scuola, il rafforzamento del team educativo e il pagamento delle rette scolastiche per i bambini più vulnerabili per un periodo di 3 anni. Come partner storico di AMADE e su richiesta di Monaco Aide et Présence, la banca CFM Indosuez ha voluto contribuire a questa operazione e sostenere la riabilitazione della scuola con una donazione di 15.000 euro. Questa operazione completa la mobilitazione lanciata dagli Amici del Libano e che, grazie alla generosità della popolazione residente a Monaco ed il sostegno di vari partner fondamentali locali – come Monaco Aide et Présence, AMADE, Direzione della Cooperazione internazionale, Croce Rossa monegasca, AS Monaco, l’ Ufficio marittimo monegasco, Mercedeh-Shoes, etc – è riuscita ad inviare 5 container di aiuti umanitari indirizzati e distribuiti alle famiglie colpite dalla catastrofe. Questo aiuto in natura (medicinali, cibo, mobili…) ammonta, ad oggi, a più di 170.000 €. E’ prevista, inoltre, una nuova missione sul posto prima della fine del mese, necessaria per ricevere gli ultimi tre container e per lanciare i primi preparativi di emergenza nell’area della scuola beneficiaria di questa raccolta appena citata. Per inviare offerte e donazioni via assegno, basta scrivere a a : AMADE, Opération Urgence Liban, 4 rue des Iris, 98000 Monaco. Oppure si può anche contattare l’associazione monegasca direttamente online scrivendo a www.amade-mondiale.org. Con 1€ al giorno, cioè 30€ al mese, è possibile offrire ad un bambino della Scuola dei Fratelli San Giuseppe la certezza di poter tornare a scuola. E non è un gesto inutile, crediamo noi!

QE-MAGAZINE #26

QE-MAGAZINE è il primo ed unico settimanale – ed ora mensile – digitale in italiano del Principato di Monaco FacebookInstagram e Twitter) che propone anche una versione stampabile del magazine digitale ESCLUSIVAMENTE agli abbonati che ne facciano richiesta. Da seguire anche i video del canale YOUTUBE MonteCarloBlog

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
Privacy Policy Cookie Policy