Una delegazione della Commissione europea nella stazione di Monaco

Giovedì 30 gennaio, di primo mattino, Marie-Pierre Gramaglia, Consigliere governativo – Ministro delle infrastrutture, dell’ambiente e dell’urbanistica del Principato, ha accolto alla stazione di Monaco la Delegazione della Commissione Europea nell’ambito della loro missione di due giorni, organizzata nel Sud della Francia per verificare la fattibilità di un corridoio del Mediterraneo, nell’ambito del progetto di infrastrutture di trasporto ferroviarie.

Il comitato riunito a Monaco © Dipartimento Comunicazione di Monaco / Michael Alesi.

Iveta RADICOVA, coordinatrice dell’UE del corridoio mediterraneo, era accompagnata da Philippe Tabarot, Vicepresidente associato per i trasporti, l’intermodalità e spostamenti della Ragione Sud PACA, dai funzionari della città di Nizza e zone limitrofe (Métropole), ma anche dai delegati della Liguria e del Piemonte. Come si legge nella nota fornita dal governo di Monaco, obiettivo di questo incontro era di ‘presentare questioni transfrontaliere sull’asse Nizza-Monaco – Ventimiglia-Genova’. Il Ministro-Consigliere Gramaglia ha poi ricordato: “Attore economico nel cuore di questo vasto spazio regionale,il Principato di Monaco accoglie ogni giorno circa 45.000 impiegati francesi e italiani che, con mezzi propri o con il treno, qui si recano per raggiungere il loro posto di lavoro. Favoriamo il trasferimento modale verso il trasporto pubblico, con l’obiettivo entro il 2030 di ridurre il traffico di veicoli leggeri di circa il 20%, che rappresenta quasi 13.000 veicoli in entrata e in uscita e 10.000 veicoli interni. Ecco perché lo sviluppo dell’accesso a Monaco attraverso l’uso di treni è una delle priorità della nostra politica di mobilità”. Il treno e più specificamente il TER rappresenta una valida alternativa – quando non ci sono gli scioperi, aggiungiamo noi – all’automobile per raggiungere Monaco, con 6,4 milioni di viaggi TER da e per Monaco, secondo i dati del 2018. Il Governo monegasco, comunque, si sta investendo per promuovere questa opportunità anche attraverso la formulazione di una offerta più competitiva rispetto ai servizi ferroviari per il Principato, con particolare attenzione all’utenza delle ore di punta del mattino e della sera.

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this. Informations légales et Protection des données personnelles Editeur du site : AMP Monaco, Entreprise individuelle de Maria BOLOGNA, immatriculée au RCI de Monaco sous N°07P07271 dont le siège social est situè 47, Boulevard du Jardin Exotique - 98000 MONACO CEDEX. NIS 9003 B 14839 N° Intracommunautaire FR 30 00007062 2 Hébergeur du site : REGISTER.IT Directeur de la publication : Maria BOLOGNA Informations nominatives Dans le cadre de ses activités et conformément à la législation en vigueur sur la Protection des Informations Nominatives sur Monaco (Loi n° 1.165, du 23 décembre 1993, modifiée), AMP Monaco s’engage à assurer la protection et la confidentialité des données à caractère personnel des utilisateurs de ses services, ainsi qu’à respecter leur vie privée. Cepandent, en applicant ce réglementation en matière de protection des informations nominatives vous concernant, vous disposez également d’un droit individuel d’opposition, d’accès et de rectification. Vous pouvez exercer ces droits en adressant votre demande, en ligne via le portail www.qe-magazine.com ou par courrier postal adressé à AMP Monaco, Service Client - 47, Boulevard du Jardin Exotique - 98000 MONACO CEDEX

Close