• Senza categoria

Ultimo minuto: no, il lockdown non è (ancora) previsto a Monaco

In una nota inviata in questi ultimi minuti, il Governo di Monaco rassicura la popolazione ed i lavoratori sul fatto che il lockdown non sarebbe previsto in questi prossimi giorni

Il numero di positivi alla Covid19, in questa ultima settimana, tanto a Monaco quanto all’estero, è notevolmente aumentato. Dei 21 posti in rianimazione, a ieri, ben 8 erano occupati da pazienti ricoverati d’urgenza al Centro Ospedaliero Principessa Grace. A maggior ragione, da ore, si rincorrono le voci di un possibile confinamento del Principato, come sta avvenendo in alcune regioni d’Italia e già applicato in Francia. Per chiarire la posizione, il Governo di Monaco, di concerto con il Consiglio nazionale, ha trasmesso il seguente comunicato che, non solo conferma che l’unica misura presa per contenere la diffusione del virus è il coprifuoco, ma aggiunge che un maggiore controllo sarà effettuato dalle forze di polizia locali nei confronti di chi non indossa la mascherina sul territorio monegasco. Ecco il testo:

“Dopo l’annuncio del Principe Sovrano dell’attuazione del coprifuoco nel Principato dalla fine della scorsa settimana, l’evoluzione della situazione sanitaria ha dato luogo ad alcune preoccupazioni trasmesse dalla stampa e dai social network. Il Governo, in uno spirito di solidarietà e di coerenza, dopo aver consultato il Consiglio Nazionale ed i rappresentanti delle categorie attive del Principato, ha proposto una serie di misure che gli permetteranno di far fronte alle sfide sanitarie e per consentire la continuazione dell’attività economica. In tale occasione, il Governo ha annunciato che, nel contesto attuale, l’introduzione di un coprifuoco è la misura più appropriata per preservare questo equilibrio. In questa fase, il Governo desidera confermare che l’uso del contenimento che non è stato mantenuto la settimana scorsa, non è ancora previsto. Il governo è ansioso di evitarlo a tutti i costi. Ricorda per questo motivo che è essenziale che tutti si attengano rigorosamente alle nuove disposizioni. Questo comprende anche misure di barriera, anche nella sfera privata, nonché l’uso del maschera in tutti gli spazi pubblici del Principato. Preso atto che quest’ultimo obbligo non è stato sufficientemente rispettato, alla Pubblica Sicurezza sono state impartite le istruzioni per esercitare controlli più sistematici e per emettere contravvenzioni, se necessario. Di fronte alla crisi sanitaria, il Governo del Principato di Monaco, in consultazione con il Consiglio Nazionale, si impegna a garantire il massimo livello possibile di sicurezza sanitaria, sostenendo al tempo stesso tutti attori economici colpiti dalla crisi. E continuerà a farlo.

QE-MAGAZINE #26

QE-MAGAZINE è il primo ed unico settimanale – ed ora mensile – digitale in italiano del Principato di Monaco FacebookInstagram e Twitter) che propone anche una versione stampabile del magazine digitale ESCLUSIVAMENTE agli abbonati che ne facciano richiesta. Da seguire anche i video del canale YOUTUBE MonteCarloBlog

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
Privacy Policy Cookie Policy