• Senza categoria

RAMOGE: dal 7 settembre inizia la sua terza campagna di esplorazione costiera e fa tappa a Monaco

L’accordo RAMOGE (Accordo di cooperazione internazionale per la salvaguardia del litorale e dell’ambiente marino siglato tra la Francia Monaco e Italia per l’area tra Marsiglia e La Spezia lancia la sua terza campagna di esplorazione in acque profonde a partire dal 7 all’11 settembre, imbarcando un consistente numero di scienziati francesi, italiani che lavoreranno a bordo di “Astrea”, una nave oceanografica italiana ISPRA Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale)

Finalmente è tempo di salpare per l’Astrea, con una missione già rinviata per due volte a causa della pandemia. Secondo gli organizzatori questa nuova campagna s’intende consolidare e rafforzare l’esperienza della cooperazione RAMOGE per lo studio degli ambienti profondi. Sì, ma come? Dotata di un sonar multibeam e di un ROV in grado di scendere fino a 1.000 metri di profondità, la nave è destinata ad esplorare cinque siti costieri profondi a partire dall’Italia, per verificare lo stato dei coralli presenti nelle profondità di Bergeggi, al largo di Savona, prima di dirigersi verso il canyon di Bordighera e raggiungere il Principato l’8 settembre. Il giorno seguente, il calendario prevede l’osservazione delle rocce profonde del Larvotto, un’area ricca di gorgonie e spugne. Lo studio di questo sito consentirà di effettuare una valutazione, a 7 anni dalla prima campagna RAMOGE, e quindi di monitorare l’evoluzione di questi habitat soggetti all’impatto dell’ancoraggio di grandi unità.

La missione scientifica si conclude con l’esplorazione di profondi canyon nella zona di Cap Ferrat e nella baia di Antibes Iles de Lérins. Le campagne RAMOGE, si ricorda, mirano a redigere un inventario dello stato di conservazione degli ambienti profondi e a identificare le pressioni esercitate su di essi. L’elaborazione dei dati raccolti durante queste campagne contribuisce in modo significativo ad aumentare la conoscenza di questi ambienti profondi, che sono ancora poco o per nulla conosciuti, al fine di definire misure di gestione comuni e garantirne la loro protezione. Il programma di esplorazione RAMOGE si inserisce nel quadro della Convenzione sulla Diversità Biologica, che ha definito che ha definito le aree ecologicamente e biologicamente significative (EBSA) nel 2014. L’area dell’Accordo RAMOGE è particolarmente rilevante in quanto gli scienziati del gruppo di lavoro sono stati in grado di identificare 66 Il gruppo di lavoro è riuscito a identificare 66 siti di interesse specifico. In seguito a questo lavoro di inventario, l’Accordo ha scelto di sviluppare questa cooperazione internazionale per per affrontare lo studio scientifico dei siti di acque profonde. Dopo una prima campagna nella zona costiera in 2015, la seconda campagna oceanografica condotta nel 2018 ha permesso di raccogliere nuovi dati nei canyon e nelle aree offshore profonde.

QE-MAGAZINE #7

QE-MAGAZINE è il primo ed unico periodico – ora mensile – digitale in italiano del Principato di Monaco  (FacebookInstagram e Twitter) che propone anche una versione stampabile del magazine digitale ESCLUSIVAMENTE agli abbonati che ne facciano richiesta. Seguiteci anche su nostro canale YOUTUBE MonteCarloBlog e anche sul nostro canale Telegram Monaco Pocket

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
Privacy Policy Cookie Policy