Principato di Monaco: il bilancio dell’IMSEE

Si chiama Institut Monégasque de la Statistique et des Études Économiques (IMSEE) ed è l’organismo ufficiale a cui fa riferimento il Municipio ed Governo di Monaco fin dal 2011, in quanto è deputato a raccogliere, produrre, analizzare e diffondere dati statistici relativi al Principato. E, come ogni anno, l’IMSEE edita un volume che fotografa il paese sotto diversi punti di vista: questi i dati riferiti per il 2019.

Dopo il calo del 2017 (-3,5%), e il rimbalzo del 2018 (+6,0%), il PIL del Principato di Monaco è aumentato nel 2019, raggiungendo i 6,63 miliardi di euro (contro i 6,09 miliardi di euro del 2008). 2018), ovvero un aumento del 7,5% in termini di volume, corretto con i valori dell’inflazione (cfr. tabella 1). Nel 2019, comunque, tutti i componenti del PIL sono in crescita. Come l’anno precedente, è l’eccedenza lorda di gestione (GOES), che è aumentata maggiormente (+13,8%, cfr. tabella 2).


L’occupazione continua a crescere nel 2019, sia nel settore privato che in quello pubblico, con 1.564 posti supplementari di lavoratori dipendenti (+2,8%) nel mese di dicembre. Otto sono i grandi settori di attività (GSA), su un totale di i dodici che compongono l’economia di Monaco, hanno visto aumentare il loro PIL settoriale. Ma questa crescita è dovuta principalmente a due settori: amministrazione, istruzione, sanità e istruzione. e l’azione sociale e le attività finanziarie e assicurative. Ma i tre settori economici più importanti del Principato, in termini di PIL, sono le attività scientifiche e tecniche, i servizi amministrativi e di supporto, l’attività finanziarie e assicurative e le costruzioni. Essi rappresentano quasi la metà del (44,4%) della ricchezza prodotta. Il PIL “pro capite” a Monaco, nel 2019, è pari a 75.942 euro, crescendo del 5,8% in termini di volume (cfr. tabella seguente). 4). Anche il PIL per lavoratore dipendente, indicatore della produttività, sempre nel 2019 è aumentato del 4,6% ed equivale a 114.600 euro (cfr. tabella 5). Tuttavia, l’attuale crisi sanitaria e le sue conseguenze sull’economia ha indubbiamente avuto ripercussioni su questo aggregato nel 2020. Infatti, come riferito lo scorso 15 dicembre nel corso di una conferenza stampa che ha permesso di sintetizzare i risultati del terzo trimestre 2020, Sophie Vincent, Direttore dell’IMSEE, ha infatti dichiarato che “l’economia monegasca, come l’economia mondiale, continua ad essere fragile e incerta in virtù della situazione sanitaria causata dalla Covid19”. Difatti i dati relativi al fatturato del Principato di Monaco da gennaio 2020, rispetto allo stesso periodo del 2019, è in calo dell’11,5%, con una perdita di quasi 1,2 miliardi di euro, tornando ai livelli del 2016-2017, attestandosi intorno a 10 miliardi di euro. Due settori stanno resistendo: attività scientifiche e tecniche, i servizi, le attività amministrative e di supporto e quelle immobiliari. Altre attività dsono in forte calo nel primo semestre dell’anno: – 50% si riferisce alle attività sportive, ricreative, al gioco d’azzardo, arte e divertimento. Inoltre il commercio estero è sceso ad un livello leggermente inferiore al 2015, mentre gli acquisti sono diminuiti della metà. Anche le operazioni extra UE sono in calo (- 47%). Secondo quanto indicato recentemente da Jean Castellini, Consigliere – Ministro delle Finanze di Monaco “l’amministrazione monegasca si era impegnata fin dall’inizio della crisi sanitaria a mantenere l’occupazione e l’attività delle società qui residenti, riuscendoci brillantemente. Entro la fine dell’anno il Governo avrà comunque destinato quasi 110 milioni di euro, ovvero il 10% del suo budget, e l’importo è stato impiegato in varie misure di aiuto”. Va comunque sottolineato che le aziende monegasche non hanno preso di buon grado il fatto di non poter licenziare da quando è iniziata la crisi sanitaria, tanto che la FEDEM, Federazione monegasca degli imprenditori, ha presentato ricorso contro lo Stato: la Cassazione ha comunque respinto le istanze della FEDEM e ha dato ragione al Governo di Monaco che conta di mantenere l’obbligo d’impiego fino a tutto marzo 2021. Archiviamo così, questo dato, il 2020 che anche per il Principato di Monaco non sarà ricordato con nostalgia!

QE MAGAZINE #28 2020

QE-MAGAZINE è il primo ed unico settimanale – ed ora mensile – digitale in italiano del Principato di Monaco FacebookInstagram e Twitter) che propone anche una versione stampabile del magazine digitale ESCLUSIVAMENTE agli abbonati che ne facciano richiesta. Da seguire anche i video del canale YOUTUBE MonteCarloBlog

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this. Informations légales et Protection des données personnelles Editeur du site : AMP Monaco, Entreprise individuelle de Maria BOLOGNA, immatriculée au RCI de Monaco sous N°07P07271 dont le siège social est situè 47, Boulevard du Jardin Exotique - 98000 MONACO CEDEX. NIS 9003 B 14839 N° Intracommunautaire FR 30 00007062 2 Hébergeur du site : REGISTER.IT Directeur de la publication : Maria BOLOGNA Informations nominatives Dans le cadre de ses activités et conformément à la législation en vigueur sur la Protection des Informations Nominatives sur Monaco (Loi n° 1.165, du 23 décembre 1993, modifiée), AMP Monaco s’engage à assurer la protection et la confidentialité des données à caractère personnel des utilisateurs de ses services, ainsi qu’à respecter leur vie privée. Cepandent, en applicant ce réglementation en matière de protection des informations nominatives vous concernant, vous disposez également d’un droit individuel d’opposition, d’accès et de rectification. Vous pouvez exercer ces droits en adressant votre demande, en ligne via le portail www.qe-magazine.com ou par courrier postal adressé à AMP Monaco, Service Client - 47, Boulevard du Jardin Exotique - 98000 MONACO CEDEX

Close