• Senza categoria

Inciviltà ai tempi del Covid19: al via le sanzioni nel Principato di Monaco

A chi ha per abitudine o la distrazione di buttare a terra fazzolettini di carta usati, mozziconi di sigaretta, ed ora la mascherina chirurgica o i guantini di plastica diamo un consiglio: non venite a passeggiare a Monaco. Perché qui sareste sanzionati fino a 300 euro. E non è una minaccia, bensì un semplice invito…

Pugno di ferro contro gli atti d’inciviltà, nel Principato di Monaco. Diciamo pure che non dovrebbe essere una novità, questa intolleranza verso chi considera l’area urbana come un cestino a cielo aperto. Perché, per chi non lo sapesse, ​pubblicato sul Journal of Monaco il 22 dicembre 2017, il Governo monegasco ha reso più severa quanto prescritto nella legge 1.456 adottata il 12 dicembre 2017, in cui è stabilito un Codice ambientale coerente con il desiderio del Principe di rendere Monaco “un paese modello rispettoso della natura”. Attraverso queste norme sono resi legge tutta una serie di diversi nuovi principi giuridici, primo tra tutti il diritto di tutti a vivere in un ambiente sano, equilibrato e rispettoso della salute e della biodiversità. Lo stesso codice ha infatti ispirato un altro Ordine Ministeriale, il N. 2020-239 del 17 marzo 2020 che vieta il rilascio di lanterne e palloncini volanti. Ma di sanzioni, fino a qualche giorno fa, non se ne parlava proprio. Tuttavia, vista la situazione, l’amministrazione di Monaco ha ritenuto necessario prendere provvedimenti più severi e così, ringraziando ironicamente gli effetti della pandemia causata dal coronavirus, come abbiamo già scritto in un post pubblicato su Instagram una settimana fa,(clicca qui per vederlo), il Governo di Monaco ha scelto le maniere forti per limitare, principalmente, l’abbandono di maschere e guanti sulla pubblica via. Ai trasgressori saranno applicate ammende fino a a 300 euro. Ad occuparsene saranno gli agenti della Divisione di Polizia Urbana, la Divisione della polizia marittima e aeroportuale di Monaco e l’Unità di Conservazione dell’Ambiente. Secondo la nota di Governo tale reato rientra nell’ambito di applicazione delle disposizioni del Codice dell’Ambiente che stabilisce: “negli spazi pubblici è proibito qualsiasi deposito o scarico, commesso volontariamente o per negligenza, di oggetti di qualsiasi tipo, di detriti o di vari tipi di sporcizia… ». La verbalizzazione si estenderà quindi anche ai responsabili di altri depositi non autorizzati in prossimità di aree condominiali. Era ora, finalmente!

QE MAGAZINE 2020 #23

QE-MAGAZINE è il primo ed unico settimanale digitale in italiano del Principato di Monaco (FacebookInstagram e Twitter) che propone anche una versione stampabile del magazine digitale ESCLUSIVAMENTE agli abbonati che ne facciano richiesta. Da seguire anche i video del canale YOUTUBE MonteCarloBlog

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
Privacy Policy Cookie Policy