• Senza categoria

Filatelia: a Monaco un francobollo dedicato a Terlizzi

L’ufficio filatelico e numismatico del Principato di Monaco renderà omaggio a Terlizzi, una delle 3 città pugliesi (sulle 17 italiane) certificata ex feudo della dinastia dei Grimaldi, emettendo il prossimo 5 settembre un francobollo da collezione, del valore di € 1,40, dedicato alla cattedrale della paese su cui campeggia lo stemma della famiglia monegasca.

Iscritta all’associazione Siti storici dei Grimaldi di Monaco, Terlizzi, come altre di alcune altre località della Penisola e molti centri urbani francesi, può dirsi gemellata al Principato di Monaco per via di un legame storico certificato nel 1533, con Onorato 1° Grimaldi di Monaco che governava all’epoca il feudo pugliese e dove fu assassinato non lontano dalla chiesa di Santa Maria delle Grazie. La salma, poi, fu inumata all’interno dell’antica Cattedrale di San Michele Arcangelo, distrutta nel 1782 ma poi restaurata sotto il nome di concattedrale di San Michele Arcangelo. Quest’ultima, ancora oggi non solo espone sulla facciata lo stemma del Principato di Monaco ma è anche rappresentata su una tela del Seicento, attualmente conservata nella biblioteca del Palazzo di Monaco. Ricordiamo che l’iniziativa Siti storici dei Grimaldi di Monaco, nata nel 2015 per merito del Sindaco di Mentone, Jean-Claude GUIBAL, per commemorare il tricentenario dell’alleanza dei Grimaldi et dei Matignon, Jean-Claude GUIBAL, si è sviluppata negli anni su più ampia scala nell’ottica di consentire reciproci e proficui scambi sia nel settore turistico che commerciale tra le parti coinvolte, ad oggi conteggiate in 115 località in tutto. Il francobollo, il cui copyrigh è ‘Archives du Palais Princier de Monaco, misura 30 x 40,85 mm e sarà stampato in 40 mila esemplari.

(2 marzo 2022) Aggiornamento con commento di un nostro lettore, Michelangelo De Chirico, che chiede di rettificare il testo come segue: segnalai l’errore già qualche tempo fa in un post del sindaco ma a quanto pare a nessuno interessa correggere e di conseguenza l’errore viene copiato e riportato su articoli di giornale, tanto che il francobollo monegasco sarebbe dedicato alla cattedrale su cui, per un banale errore, qualcuno ha deciso che sventolerebbe lo stemma dei Grimaldi…Mah…!!!In pratica la tela del seicento, scoperta da Mons. Valente durante le sue ricerche presso la biblioteca dei principi di Monaco, raffigura la civitas medievale con il castello su cui campeggia lo stendardo con lo stemma dei Grimaldi, pertanto il francobollo è dedicato al castello, simbolo della famiglia monegasca, non al duomo. Secondo errore dell’articolo: “ancora oggi la concattedrale espone sulla facciata lo stemma del Principato di Monaco”.Ma quando mai?!  Sul portale della cattedrale vi è lo stemma tipico degli ecclesiastici, ci ricorda che è stata sede di prelatura nullius al pari di una sede vescovile con un arciprete ordinario a capo del collegio dei presbiteri.
Esporre i fatti in modo inesatto, quando non si conoscono, distorce la storia, caro Michelangelo, riferisci a chi di dovere perché qualcuno potrebbe rivoltarsi nella tomba.

QE MAGAZINE 2020 #25

QE-MAGAZINE è il primo ed unico settimanale digitale in italiano del Principato di Monaco (FacebookInstagram e Twitter) che propone anche una versione stampabile del magazine digitale ESCLUSIVAMENTE agli abbonati che ne facciano richiesta. Da seguire anche i video del canale YOUTUBE MonteCarloBlog

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Michelangelo De Chirico, consigliere comunale di Terlizzi ha detto:

    SI CHIEDE DI RETTIFICARE L’ARTICOLO IN BASE AL COMMENTO SEGUENTE:

    Michelangelo De Chirico,
    segnalai l’errore già qualche tempo fa in un post del sindaco ma a quanto pare a nessuno interessa correggere e di conseguenza l’errore viene copiato e riportato su articoli di giornale, tanto che il francobollo monegasco sarebbe dedicato alla cattedrale su cui, per un banale errore, qualcuno ha deciso che sventolerebbe lo stemma dei Grimaldi…
    Mah…!!!
    In pratica la tela del seicento, scoperta da mons Valente durante le sue ricerche presso la biblioteca dei principi di Monaco, raffigura la civitas medievale con il castello su cui campeggia lo stendardo con lo stemma dei Grimaldi, pertanto il francobollo è dedicato al castello, simbolo della famiglia monegasca, non al duomo.
    Secondo errore dell’articolo: “ancora oggi la concattedrale espone sulla facciata lo stemma del Principato di Monaco”
    Ma quando mai?! Sul portale della cattedrale vi è lo stemma tipico degli ecclesiastici, ci ricorda che è stata sede di prelatura nullius al pari di una sede vescovile con un arciprete ordinario a capo del collegio dei presbiteri.
    Esporre i fatti in modo inesatto, quando non si conoscono, distorce la storia, caro Michelangelo, riferisci a chi di dovere perché qualcuno potrebbe rivoltarsi nella tomba.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
Privacy Policy Cookie Policy