• Senza categoria

Alick and Albert, il docufilm che premia il Principato di Monaco a Papeete

Era il 2016 quando, nel Principato di Monaco, sono sbarcate al Museo Oceanografico di Monaco le meraviglie di un mondo lontano, con la cultura e i tradizionali suoni e colori che hanno caratterizzato l’esposizione intitolata TABA NABA – Australie, Océanie, Arts des peuples de la mer . L’esperienza, non solo musicale (avevamo registrato qualche minuto del mini-concerto organizzato per l’occasione) ma anche artistica, nel tempo, oltre ad aver avuto un bel riscontro di pubblico, ha maturato relazioni che hanno permesso la realizzazione di un documentario intitolato “Alick and Albert”, vincitore del premio speciale della giuria al 19° Festival Internazionale del Film Documentario Oceanico (FIFO) tenutosi a Papeete, Polinesia francese, dal 5 al 13 febbraio 2022

Il Principe Alberto II di Monaco, ancora una volta è protagonista di una pellicola, questa volta in particolare è il principale interlocutore di documentario in cui l’artista australiano Alick Tipoti racconta al Sovrano come il degrado degli oceani stia irrimediabilmente minando la biodiversità marina del suo paese. E, visto il risultato ottenuto, questo premio si somma alle tante azioni di sensibilizzazione alla causa ambientale che il regnante monegasco tanto difende con la sua Fondazione eponima. E dire che al FIFO erano stati selezionati 12 lungometraggi, ossia un decimo dei 120 film preselezionati dalla giuria presieduta da di Emmanuel Kasarhérou, Presidente del Museo Quai Branly – Jacques Chirac.

Tra le altre cose le pellicole, presentate al pubblico alla Maison de la Culture de Tahiti e, virtualmente online sulla piattaforma digitale del Festival, sono state apprezzate per la loro qualità ma solo cinque sono state premiate, tra cui, appunto, “Alick and Albert” vincitrice del Premio Speciale della Giuria. Beckie Stocchetti, membro della giuria e direttore esecutivo dell’Hawaii International Film Festival sostiene di essere rimasta molto colpita da questo film, che mette in mostra il lavoro di artisti indigeni e parla di un problema globale, mondiale, il cambiamento climatico: “Questo film serve a tutti noi come esempio, è un’ispirazione per capire l’urgenza di proteggere i nostri oceani e tutta la vita marina che ne fa parte”. “Alick e Albert“, diretto da Douglas Watkin, traccia la relazione e gli scambi tra S.A.S. il Principe Alberto II di Monaco e l’artista australiano Alick Tipoti in occasione della mostra “Taba Naba: Australia, Oceania, arti dei popoli del mare del mare” al Museo Oceanografico di Monaco nel 2016 e i loro successivi incontri sull’isola di Badu, nello Stretto di Torres nel nord dell’Australia nel 2018 durante una missione delle Explorations de Monaco e poi in Monaco nel 2019. Il docu-film, in particolare, si interroga sulla diversità del rapporto dell’uomo con la natura nel mondo di oggi e trasmette un messaggio universale a favore della pace, della tolleranza, del dialogo tra le culture e dell’armonia tra l’umanità e l’oceano. Due note sul Festival Internazionale del Film Documentario Oceanico. Nato nel 2004, il Festival ha progressivamente attirato registi dell’Oceania e di altri paesi che vedono in esso una grande opportunità per dare uno sguardo nuovo all’are geografica di riferimento e lo fa attraverso il prisma dell’autenticità e della diversità, due chiavi del suo successo. Fin dalla sua creazione (2020), ha riunito più di 30.000 spettatori

QE-MAGAZINE #2 Febbraio 2022

QE-MAGAZINE è il primo ed unico periodico – ora mensile – digitale in italiano del Principato di Monaco  (FacebookInstagram e Twitter) che propone anche una versione stampabile del magazine digitale ESCLUSIVAMENTE agli abbonati che ne facciano richiesta. Seguiteci anche su nostro canale canale YOUTUBE MonteCarloBlog e anche sul nostro canale Telegram Monaco Pocket.

Per ricevere il vostro ‘calendario stampabile’ in formato PDF (acquistabile con una donazione di 3 euro) – contiene12 foto originali, scattate da insoliti punti di osservazione del Principato di Monaco – basta scrivere direttamente a info@ampmonaco.com

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
Privacy Policy Cookie Policy