• Senza categoria

Aire Marine Educative Monaco: una placca per non inquinare

Laddove una volta ancoravano immense navi da crociera è stata inaugurata, lo scorso lunedì 8 giugno, Giornata mondiale degli oceani, la prima targa “Aire Marine Educative Monaco – Il mare inizia qui”. Ad installarla sui gradini del Solarium, circondato da festanti alunni della 7a classe A della scuola des Révoires, c’era SAS il Principe Alberto II ed una delegazione istituzionale fra cui spiccavano, tra i tanti, Marie-Pierre Gramaglia, Consigliere del Governo – Ministro delle infrastrutture, dell’Ambiente e dell’urbanismo, Patrick Cellario, Consigliere del Governo – Ministro degli interni, Isabelle Bonnal, Isabelle Bonnal, Direttrice dell’Educazione Nazionale, della Gioventù e dello sport e Robert Calcagno, direttore del Museo Oceanografico di Monaco .

L’iniziativa, creata sotto l’egida dell’Associazione monegasca per la protezione della natura (AMPN) fondata nel 1975 dal principe Ranieri III, ha coinvolto questi alunni che, insieme ai loro insegnanti, hanno gestito in modo partecipativo quest’area protetta della costa marittima che si trova ai piedi della Rocca e verso la fine della diga intitolata al padre dell’attuale Sovrano di Monaco. In particolare i giovani studenti, durante tutto l’anno scolastico, si sono concentrati sul problema dell’inquinamento dovuto ai numerosi rifiuti lasciati sulla terra e che per lo più finiscono in mare. La targa, secondo gli ideatori, serve per sensibilizzare non solo i bambini ma anche gli adulti ad approfittare del solarium senza abbandonare i loro rifiuti che potrebbero arrecare danni alla fauna e flora marina presenti non solo sulle coste del Principato di Monaco ma di tutto il Mediterraneo (Foto credits: Gaetan Luci – Palazzo del Principe)

QE MAGAZINE 2020 #22

QE-MAGAZINE è il primo ed unico settimanale digitale in italiano del Principato di Monaco (FacebookInstagram e Twitter) che propone anche una versione stampabile del magazine digitale ESCLUSIVAMENTE agli abbonati che ne facciano richiesta. Da seguire anche i video del canale YOUTUBE MonteCarloBlog

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
Privacy Policy Cookie Policy