• Senza categoria

Principato di Monaco: in giro per il Parco Principessa Antoinette

Il 20 marzo scorso, con una comunicazione urgente, il Governo di Monaco decide di interdire l’accesso alla maggior parte dei luoghi pubblici, compresi i parchi e giardini per bambini, per evitare la diffusione del coronavirus tra i suoi abitanti. Passa il tempo, si scatena la pandemia e iniziano a profilarsi le prime misure sanitarie consigliate dall’OMS. Il 6 giugno, considerata la situazione locale, l’amministrazione restituisce alla popolazione di Monaco la maggior parte delle aree pubbliche, e fissa nuovi parametri come il distanziamento personale (1,5 metri); la mascherina nei luoghi pubblici chiusi; e la possibilità di riunirsi fino a 10 persone nello stesso spazio, ed ora – clicca qui per vedere la nuova disposizione – anche oltre, fino ad un massimo 5000 individui per eventi all’aperto, se autorizzati dal Governo di Monaco. E noi, per dovere di cronaca, siamo andati a vedere cosa accade in una tranquilla giornata di luglio all’interno di uno dei più bei parchi comunale, Parc Princesse Antoinette, che si trova all’entrata est di Monaco, adiacente al Museo Antropologico ed al Nuovo Museo Nazionale di Monaco, sul Boulevard du Jardin Exotique. L’area verde, dedicata alla memoria della sorella maggiore del Principe Rainier III di Monaco, in realtà è stato creata sotto il regno del Principe Alberto I da Louis Notari, nel 1912. In questo giardino arricchito di circa 200 ulivi, sono presenti numerose aree giochi. Ci sono anche degli spazi recintati in cui circolano liberamente alcuni animali da fattoria come caprette e conigli. Per la manutenzione, vista la sua estensione – circa 10 900 m² – il Comune di Monaco impiega 9 giardinieri e, dal 2005, apprendiamo che questo è l’unico parco totalmente biologico, nel senso che i prodotti impiegati e la gestione dell’acqua rispettano pienamente le regole ambientali.

Ogni anno, a settembre, nel parco Princesse Antoinette si svolge ‘U Cavagnëtu‘ la tradizionale merenda di fine estate riservata esclusivamente ai cittadini di Monaco che si affollano per salutare i membri della famiglia regnante, qualche autorità, tutti i componenti della giunta comunale, e la baronessa Elisabeth-Ann de Massy, mancata recentemente all’affetto dei suoi cari. Nella foto qui sopra, la vediamo all’inaugurazione della serata del settembre 2018, alle spalle del Principe Alberto II di Monaco, sulla destra. Ed ora torniamo a noi. Nelle immagini che vi proponiamo (copyright AMP Monaco) troverete una panoramica del parco come si presenta ora.

La maggior parte delle panchine presentano una x centrale sulla seduta, per evitare assembramenti, come è giusto che sia. La mascherina non è obbligatoria, ma è richiesto ai genitori di disinfettare le mani dei loro bambini con gel idroalcolico prima e dopo l’uso dei vari giochi a disposizione. Insomma le precauzioni non sono mai troppe, in questo momento, diremmo noi…

QE MAGAZINE 2020 #25 SPECIALE ESTATE

QE-MAGAZINE è il primo ed unico settimanale digitale in italiano del Principato di Monaco (FacebookInstagram e Twitter) che propone anche una versione stampabile del magazine digitale ESCLUSIVAMENTE agli abbonati che ne facciano richiesta. Da seguire anche i video del canale YOUTUBE MonteCarloBlog

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
Privacy Policy Cookie Policy