• Senza categoria

Monaco: nuove regole anti-covid19 per gli spostamenti dei francesi

Passi il fatto che la Prefettura della regione PACA abbia deciso in merito allo svolgimento del torneo di tennis organizzato dalla SMETT di Monaco, il Rolex Monte Carlo Masters, che avrà luogo ma solo a porte chiuse. Del resto il Monte Carlo Country Club si trova sul territorio francese e quindi nulla, si devono accettare le disposizioni prescritte per quanto penalizzanti. Ma che, come indicato prima dalla nota del Consiglio Nazionale di Monaco che in quello del Governo di Monaco, datato 13 febbraio, i residenti monegaschi che vogliano viaggiare in Francia siano soggetti a nuove regole imposte dall’Eliseo, tipo esibire il risultato negativo di un test antigenico Covid19 se ci si sposta oltre frontiera per oltre 24 ore, non poteva passare senza conseguenze. Ed in effetti, a partire dal lunedì 15 febbraio, l’amministrazione monegasca si adegua al contesto applicando ai francesi in transito a Monaco misure analoghe. Quello che segue è la traduzione del testo in cui si evince quanto appena esposto

© Direction de la Communication / Stephane Danna

“Il governo di Monaco prende atto dell’allentamento dei controlli sanitari alla frontiera, annunciato dal prefetto delle Alpi Marittime, ma lo ritiene non è sufficiente. In un comunicato stampa pubblicato sabato 13 febbraio, le autorità francesi hanno annunciato di aver deciso ‘in deroga alle norme vigenti in materia di viaggi internazionali, ove la situazione sanitaria lo permetta, che le persone residenti a Monaco siano esentate da l’obbligo di presentare un esame PCR all’entrata in Francia se viaggiano per meno di 24 ore all’interno del dipartimento delle Alpi Marittime‘. » Le autorità di Monaco considerano insufficiente questo periodo di 24 ore insufficiente perché non risponde all’esigenze concrete dei residenti monegaschi che, con l’avvicinarsi delle vacanze scolastiche, sono ostacolati nei loro movimenti nella regione vicina (Francia, n.d.r.) che costituisce il bacino d’utenza inerente a Monaco. Questa decisione è in contraddizione con la convenzione franco-monegasca che garantisce la libera circolazione delle persone e dei cittadini di entrambi i paesi su entrambi i lati del confine. Inoltre, esso penalizza i 9.000 cittadini francesi residenti nel Principato che hanno un accesso limitato ai loro paese d’origine.

Infine, nel suo spirito, questa misura equivale a non considerare la conformazione geografica di Monaco, un enclave tra paesi francesi, mentre nel caso delle restrizioni di viaggio imposte dalle autorità francesi la scorsa primavera (viaggio limitato a 100 km), questa realtà era stata presa in considerazione permettendo ai residenti del Principato di essere equiparati giuridicamente agli abitanti delle Alpi Marittime. Seppure le autorità monegasche continueranno dunque il dialogo con la Francia per eliminare questo Limite di 24 ore, il Governo di Monaco annuncia che applica la stretta reciprocità delle disposizioni Francese sul suo territorio secondo le seguenti modalità:

  • Ogni persona che viene dalla Francia a Monaco deve presentare un test PCR negativo inferiore a 72 ore così come il certificato di non contagio. Sono esenti da questa disposizione pendolari, scolari e studenti, così come i residenti delle Alpi Marittime che vengono nel Principato per meno di 24 ore.
  • Chiunque venga in un albergo del Principato, qualunque sia la sua origine e la sua durata del soggiorno, deve presentare un test PCR negativo da meno di 72 ore e il certificato di non contagiosità.
    Queste misure entrano in vigore lunedì 15 febbraio. I controlli rafforzati avranno luogo a confini del Principato.

Anche se il Principato ha già uno dei più alti tassi di screening in Europa, in previsione di questo periodo di vacanze scolastiche, e per soddisfare la crescente domanda, in particolare come conseguenza delle disposizioni francesi, il governo monegasco dichiara di essere in grado di intensificare lo screening PCR già a partire da mercoledì 17 febbraio. Questo screening rinforzato sarà in vigore anche dopo le vacanze per permettere a un numero massimo di persone di essere testate al ritorno dalle vacanze. Si ricorda che, per fare il tampone, è imperativo prendere un appuntamento telefonando al call center di Monaco Covid-19 al 92.05.55.00.

QE MAGAZINE #1 2021

QE-MAGAZINE è il primo ed unico settimanale – ed ora mensile – digitale in italiano del Principato di Monaco FacebookInstagram e Twitter) che propone anche una versione stampabile del magazine digitale ESCLUSIVAMENTE agli abbonati che ne facciano richiesta. Da seguire anche i video del canale YOUTUBE MonteCarloBlog

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. 17/02/2021

    […] dallo scorso lunedì, nuove regole per il transito a nel Principato, come abbiamo indicato nell‘articolo accessibile cliccando qui e aggiornato il 16 febbraio secondo il testo indicato qui […]

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
Privacy Policy Cookie Policy