• Senza categoria

Covid19: le strade deserte di Monaco ai tempi della Domenica delle Palme

Già sapevamo che le misure restrittive imposte per il contenimento del COVID19 avrebbero influenzato anche le normali funzioni religiose soprattutto nel Principato di Monaco che ne professa il culto come religione ufficiale di Stato.

Ingresso della Chiesa di Santa Devota, 5 aprile 2020 (copyright AMP Monaco)

Ed in effetti, così è stato: come preannunciato dallo stesso Arcivescovo David, non c’è stata alcuna Benedizione delle Palme ieri, perché la cerimonia è stata rinviata a tempi migliori, ovvero quando sarà possibile. Tuttavia, per tutta la mattinata non sono mancate le segnalazioni di chi, dal balcone o dalla finestra, lamentava numerose persone in tenuta da jogging attraversare la città con tale indifferenza che irritava solo guardali, soprattutto quando si muovano in gruppo. Insomma per loro il mandra #restiamoacasa non valeva e la rabbia di chi li osservava da casa aumentava di ora in ora. Così, per prima cosa abbiamo cercato nelle disposizioni impartite dall’amministrazione di Monaco dove fosse indicato il divieto di fare jogging ed abbiamo trovato che, sì, è possibile fare attività sportiva ma da soli ed in prossimità del proprio domicilio: “des déplacements brefs, à proximité du domicile, liés à l’activité physique individuelle des personnes, sont autorisés.  En revanche, la pratique des sports collectifs et, plus généralement, tous les regroupements sportifs, sont interdits“. Poi, armati di macchina fotografica e di tutte le precauzioni del caso, alle 15h00, abbiamo percorso boulevard des Moulins, d’Italie e parte di avenue Princesse Grace e, con sorpresa, abbiamo visto che c’era pochissima gente per essere domenica. Non mancavano però i passaggiatori accompagnati dai loro cani, qualche famiglia e dei runner solitari.

Addirittura abbiamo incontrato una pattuglia della Police di Monaco che, muniti di mascherina in stoffa e guanti in lattice, hanno verificato se abitavamo a Monaco e perché eravamo in giro. Approfittando dell’occasione, abbiamo chiesto come procedevamo i controlli. In sintesi hanno confermato quanto riproposto in questo post pubblicato sulla pagina Facebook del Governo di Monaco. A voi, cari lettori, regaliamo nuovamente una carrellata di foto scattate in un altro quartiere di Monaco, all’estremo di Monaco Ville, il Larvotto, zona in cui i cantieri sono stati riaperti per ordine del Sovrano, SAS il Principe Alberto II di Monaco, perché lui o chi per esso immagina l’apertura degli stabilimenti balneari per questa estate: quanto ottimismo!

QE MAGAZINE 2020 #12

QE-MAGAZINE è l’unico settimanale digitale in italiano del Principato di Monaco (FacebookInstagram e Twitter). Alla versione gratuita affianca anche una versione stampabile del magazine destinata ESCLUSIVAMENTE agli abbonati che ne facciano richiesta. Da seguire anche i video del canale MONTECARLOBLOG

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
Privacy Policy Cookie Policy