Un viaggio nel tempo al Museo di Antropologia Preistorica di Monaco: un’esposizione dedicata al Principe Ranieri III

E’ intitolata “Un Principe, un Museo” la nuova esposizione che dal fino al 5 aprile intende rendere omaggio alla memoria e le iniziative promosse dal Principe Ranieri III di Monaco

In un recente comunicato stampa è stato definito come una sorta di ‘viaggio nel tempo’ l’esposizione che da qualche giorno campeggia nei saloni del Musée d’Anthropologie Préhistorique – Museo di Antropologia Preistorica di Monaco (MAP). Idealmente inserita nell’ambito delle celebrazioni per il centenario della nascita del Principe Ranieri III che si sono concluse con il Festival Internazionale del Circo di Monte Carlo, quello del (MAP) è un dovuto omaggio al suo fondatore. ‘Se il Principe Alberto I è stato il primo Principe di Monaco a dedicare un museo a questa scienza sulla Rocca, di fatto il Principe Ranieri III il responsabile dell’attuale « Musée de site », creato a pochi passi dalla Grotte de l’Observatoire, cche a tutt’oggi non è mai stata scavata’ recita il testo. L’architettura decisamente moderna e la facciata del MAP, sottoposta a vincoli ambientali, sembra vogliano creare un legame tra passato e presente, facendone un’area ideale per la ricerca.

La mostra “Un Prince, un Musée” offre la possibilità di vedere da vicino documenti e oggetti inediti delle collezioni del Museo, selezionati e studiati dall’equipe di archeologi coordinata da Elena ROSSONI-NOTTER, direttrice del Museo di Antropologia Preistorica. La scenografia, invece, è stata progettata da Riccardo LORENZINO e dal team di HAPAX, con la chiara intenzione di riprendere le linee architettoniche del Museo e l’opera del Principe Costruttore, come è stato più volte chiamato il padre dell’attuale Sovrano. Si sottolinea, inoltre, che il museo vuole essere identificato anche come un edificio eco-responsabile ed educativo, in quanto ogni modulo è realizzato con componenti riciclabili e tutte le didascalie e testi esplicativi sono stati studiati per essere facilmente decifrati da tutti i visitatori, compresi quelli con disturbi DYS (dislessia, disortografia e disgrafia). La storia del Museo è ‘raccontata’ attraverso sette aree museali: la sua creazione; gli scavi effettuati da Louis BARRAL e Suzanne SIMONE nel Principato, così come in Francia e in Italia; le donazioni di collezioni da parte del Principe Ranieri III e della Principessa Grace; la mediazione culturale e la creazione dei primi campi di vacanza per i giovani del Principato su iniziativa del Principe e del Direttore del Museo dell’epoca, così come gli sviluppi più recenti come il Museo Archeologico di Mariana – Principe Ranieri III, a Lucciana e la nomina di un Comitato Scientifico Internazionale. Il Museo, aperto tutti i giorni dalle 9.00 alle 18.00, così come la mostra temporanea “Un Principe, un Museo” – che chiuderà il 5 aprile 2024 – è accessibile al pubblico per soli 1 euro o gratuito per i bambini sotto i 5 anni, i monegaschi e i membri dell’ICOM. (Foto: ©Direction de la Communication de Monaco / Stéphane Danna)
Informazioni / prenotazioni per le visite guidate: via email: médiationMAP@gouv.mc oppure, telefonicamente +377 98 98 80 06

QE-MAGAZINE

QE-MAGAZINE è il primo ed unico periodico digitale in italiano del Principato di Monaco  (FacebookInstagram e Twitter) che propone anche una versione stampabile del magazine digitale ESCLUSIVAMENTE agli abbonati che ne facciano richiesta. Seguiteci anche su nostro canale YOUTUBE MonteCarloBlog e anche sul nostro canale Telegram Monaco Pocket

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
Privacy Policy Cookie Policy