• Senza categoria

Principato di Monaco: souvenirs della Festa Nazionale più nostalgica di sempre

E’ stata una emozionante e calda giornata d’autunno, con un bel sole che ha riscaldato non solo la Piazza del Palazzo ma anche tutto il Principato di Monaco, quella che ha caratterizzato il 19 novembre, data emblematica per i monegaschi condivisa con i residenti perché non solo si celebra la Festa nazionale ma è anche la data che corrisponde alla Festa del Principe…

Toni sommessi ma non meno celebrativi hanno marcato questa tradizionale Festa, edizione 2021, la 17a da quando è salito al trono l’attuale sovrano, il Principe Alberto II, e la 10a da quando ha preso in sposa la Principessa Charlène, assente perché le sue condizioni di salute la costringono ad una lunga convalescenza lontano dai riflettori e dallo stress del protocollo. Lo scorso anno, in piena pandemia, ricordiamo che era stato scelta la formula a porte chiuse, con la consegna delle medaglie all’interno della Corte del Palazzo Grimaldi. Questa volta, invece, si è ritornati alla formula in presenza ma senza gente ammassata sotto il balcone del Palazzo, nonostante qualche rischio ci sia stato durante il consueto ‘hip hip hip hurrà’ urlato a squarciagola per richiamare al balcone i membri della famiglia regnante e rendere loro omaggio mostrandogli devozione e fedeltà. (Foto: copyrights AMP Monaco, Michael Alesi/ Stéphane Danna-Direction de la Communication).

Crédit photo Michael Alesi/Direction de la Communication

Con i droni che hanno illuminato il cielo di Monaco giovedì sera, e il tradizionale Te Deum in cattedrale, con molti meno invitati rispetto al 2019 (erano assenti tutti i rappresentanti del corpo consolare onorario e in carriera all’estero) la giornata si è svolta dunque secondo i piani, non tanto per le consueto protocollo che ha permesso di assegnare medaglie e riconoscimenti come descritto nell’ultimo Journal de monaco, quanto per la contenuta partecipazione popolare sulla piazza del Palazzo (praticamente tutti indossavano la maschera, come prescritto dalle regole sanitarie). Tuttavia, a rendere la giornata indimenticabile sono state due sorprese che il Sovrano ha riservato ai presenti in omaggio alla moglie assente. La prima è l’aver fatto disporre una truppa di poliziotti in moto di modo che dall’alto formassero il numero 1 affiancato dallo 0 creato dai componenti della banda dei carabinieri del Principe di Monaco, impegnati ad eseguire un pezzo musicale richiesto dalla principessa Charlène: il brano, composto dal maggiore Olivier Dréan, arrangiamento della canzone tradizionale composta nel 1889 in afrikaans – intitolata Sarie Marais – richiesta dalla principessa Charlène.

Nel frattempo, sulla piazza d’Armi, si mangiava stoccafisso e si festeggiava al suono di un gruppo musicale folcloristico.

Infine, sul finale delle celebrazioni pubbliche, prima del tradizionale pranzo organizzato nella Grande Sala del Palazzo, con tutti i parenti e affini alla famiglia Grimaldi, un commosso Principe Alberto ha permesso al principe ereditario Jacques e la principessa Gabriella (i due figli gemelli nati 10 dicembre 2014) di mostrare i loro disegni su un foglio A3, su cui spiccavano cuoricini e la frase, rigorosamente in inglese, We miss you mommy, (ci manchi mamma) e We love you mommy (ti amiamo mamma). Insomma l’assenza della Principessa ha segnato proprio tutti, suo malgrado…

QE MAGAZINE #8 NOVEMBRE 2021

QE-MAGAZINE è il primo ed unico settimanale – ed ora mensile – digitale in italiano del Principato di Monaco (FacebookInstagram e Twitter) che propone anche una versione stampabile del magazine digitale ESCLUSIVAMENTE agli abbonati che ne facciano richiesta. Da seguire anche i video del canale YOUTUBE MonteCarloBlogQE MAGAZINE #8 NOVEMBRE 2021

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
Privacy Policy Cookie Policy