I Promessi Sposi: una esperienza teatrale indimenticabile

Tutta la retorica sul teatro è vera: è un’esperienza che ti strappa l’anima per poi rendertela piena di un sacco di altre cose.
I Promessi Sposi messi in scena a Monte Carlo dall’atelier di teatro della Associazione Dante sono stati scommessa impegnativa per tutti noi. Mettere insieme una rappresentazione cosi’ articolata lavorando con la regista solo 8 ore al mese per una stagione non e’ facile. Ma a volte passione, incoscienza ed entusiasmo sono un ottimo carburante, ed e’ cosi’ che siamo arrivati al debutto.

Enrica Barel ha spogliato i “promessi” dove possibile, mantenendone intatta la struttura narrativa e le vicende principali. Un lavoro molto impegnativo che ha svolto con autorevolezza e professionalità.

Poi ci siamo noi, appassionati protagonisti pieni di buone intenzioni. Alcuni con grande esperienza, altri poca e altri ancora al loro debutto. Si è creato il gruppo, quella magica unità di intenti che rende unite le persone quando hanno un fine comune, un po’ come essere in trincea. Quando tutto é finito si è più uniti, perché condividere una esperienza di questo tipo è cosa emotivamente molto forte che non si dimentica.

Recitare facendosi sentire in un teatro pieno, senza nessun tipo di microfono é la sfida che ho trovato più difficile. Alzare il volume della voce senza modificare l’intenzione interpretativa, senza cambiare il tono é cosa da professionisti che richiede anni di preparazione. Il solo girare la testa di lato mentre si recita significa rendersi inascoltabili dal pubblico che sta dal lato opposto. A fronte di questa piccola sfida, che io personalmente ho fallito, ce non sono tante altre vinte, delle quali vado fiero. Un tra tutte sapere che la maggioranza dei presenti si e’ emozionata guardando lo spettacolo ed ha apprezzato lo sforzo profuso tributandoci cinque minuti di applausi.

E per chi sta su un palco questo e’ il momento più gratificante e liberatorio.


Un saluto a un gruppo fantastico di amici e un grazie a Enrica Barel che ha reso possibile lo spettacolo.

foto Rosanna Calo’

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this. Informations légales et Protection des données personnelles Editeur du site : AMP Monaco, Entreprise individuelle de Maria BOLOGNA, immatriculée au RCI de Monaco sous N°07P07271 dont le siège social est situè 47, Boulevard du Jardin Exotique - 98000 MONACO CEDEX. NIS 9003 B 14839 N° Intracommunautaire FR 30 00007062 2 Hébergeur du site : REGISTER.IT Directeur de la publication : Maria BOLOGNA Informations nominatives Dans le cadre de ses activités et conformément à la législation en vigueur sur la Protection des Informations Nominatives sur Monaco (Loi n° 1.165, du 23 décembre 1993, modifiée), AMP Monaco s’engage à assurer la protection et la confidentialité des données à caractère personnel des utilisateurs de ses services, ainsi qu’à respecter leur vie privée. Cepandent, en applicant ce réglementation en matière de protection des informations nominatives vous concernant, vous disposez également d’un droit individuel d’opposition, d’accès et de rectification. Vous pouvez exercer ces droits en adressant votre demande, en ligne via le portail www.qe-magazine.com ou par courrier postal adressé à AMP Monaco, Service Client - 47, Boulevard du Jardin Exotique - 98000 MONACO CEDEX

Close