Principato di Monaco: tutto pronto per Xi Jinping

Monte Carlo sarà blindata come non lo è mai stata negli ultimi anni, come nemmeno lo fu durante il matrimonio del Sovrano, celebrato il 2 luglio 2011, e a cui hanno partecipato decine di teste coronate, capi di Stato e VIP internazionali. Comunicate dalla ‘Direction de la Sûreté Publique’ anche attraverso un volantino lasciato in questi giorni nella cassetta della posta dei residenti monegaschi, credo che tutte queste misure di sicurezze preventive dipendano in larga parte dal rigoroso protocollo cinese che pianifica chirurgicamente ogni secondo del passaggio a Monaco – peraltro di poche ore, dalle 10h30 alle 17h00 di domenica 24 marzo, n.d.r. – del Presidente della Repubblica Popolare cinese Xi Jinping e consorte, e del suo seguito. Infatti, analoghe iniziative restrittive sono state adattate anche lungo tutto il percorso che interesserà il viaggio della delegazione cinese che dal 21 marzo, data del loro arrivo in Italia, parte da Roma, toccando poi Palermo, il Palazzo dei Principi di Monaco, e successivamente Beaulieu sur mer, Nizza, Lione e Parigi. Lo stato di allerta è ben alto e tangibile ovunque.

Il volantino distribuito in occasione della visita a Monte Carlo del Presidente Xi Jinping

E dire che qui, a Monaco, la situazione sarebbe un po’ diversa. Infatti da anni oramai, sappiamo di poter contare su centinaia di telecamere che sorvegliano e garantiscono la sicurezza ai suoi abitanti. Ed abbiamo, inoltre, pure un colosso delle telecomunicazioni come Huawei, che con il Principato è abbastanza familiare per aver stretto in passato un accordo di collaborazione ed ora, ancora a fine marzo di quest’anno, per aver redatto un Memorandum of Understanding (MoU) firmato da Martin Peronnet, General Manager della Monaco Telecom e Weiliang Shi, General Manager di Huawei France durante il Mobile World Congress di Barcellona, nell’ottica di consolidare la partnership che accelererà lo sviluppo dei servizi connessi alla “Smart City” configurata in 5G. Tuttavia, nonostante questi elementi non siano spendibili in Italia né tantomeno in Francia, durante questo importante incontro ai vertici con la famiglia Grimaldi riunita al completo, ci è stato richiesto di non affacciarsi al balcone o sulle terrazze, ma soprattutto di tener chiuse le finestre dei nostri domicili o locali commerciali dalle 11h30 alle 13h30 e dalle 14h30 alle 16h00 di domenica 24 marzo. Tutto questo al fine di ‘facilitare’ il lavoro dei servizi di sicurezza e partecipare attivamente alla riuscita di questo evento. Inoltre, è pure richiesto di munirsi di documenti d’identità ‘carta nazionale monegasca’ o ‘carta di residenza’ nel caso si desiderasse uscire dal proprio domicilio in quelle ore. Turisti e stranieri di passaggio non pervenuti. Ora, premesso che il tempo primaverile già di per sé ci invita a trascorrere delle ora fuori porta, non sembra quasi un invito non velato ad approfittare della giornata per andare altrove?

il sommario di QE-MAGAZINE #9

A questo punto mi immagino, divertita, i componenti della delegazione diplomatica che, recandosi scortati in auto direttamente al Palazzo, osservino stupiti le vie monegasche sgombere da cestini e motorini credendo che sì, questa città è davvero semi-deserta e asettica, senza i colori del mercato che normalmente anima Piazza d’armi. Perché, per l’occasione è rigorosamente sospeso pure quello come lo è anche il Museo Oceanografico. Ed è forse così che il tapis rouge steso dall’aeroporto di Roma, quello di Palermo, Nizza e poi Parigi, passando pure per qualche ora anche nel Principato di Monaco, si trasformerà in un nastro trasportatore verso irreali città, quasi virtuali. Dunque, se queste sono le modalità, allora ho idea che buona parte di noi ne approfitterà per far la spesa a Sanremo o altrove, purché lontani da qui. Tanto a documentare tutto ci penserà Monaco Channel ed in diretta, per fortuna!

In ogni caso, cari e fedeli lettori di QE-MAGAZINE , vi ricordiamo che la versione stampabile del magazine digitale è disponibile ESCLUSIVAMENTE per gli abbonati che ne facciano richiesta scrivendo a ampmonaco@ampmonaco.com, mentre i numeri arretrati restano visibili sul sito QE-MAGAZINE.COM e naturalmente anche sulla piattaforma issuu.com/ampmonacohttps://issuu.com/ampmonaco

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this. Informations légales et Protection des données personnelles Editeur du site : AMP Monaco, Entreprise individuelle de Maria BOLOGNA, immatriculée au RCI de Monaco sous N°07P07271 dont le siège social est situè 47, Boulevard du Jardin Exotique - 98000 MONACO CEDEX. NIS 9003 B 14839 N° Intracommunautaire FR 30 00007062 2 Hébergeur du site : REGISTER.IT Directeur de la publication : Maria BOLOGNA Informations nominatives Dans le cadre de ses activités et conformément à la législation en vigueur sur la Protection des Informations Nominatives sur Monaco (Loi n° 1.165, du 23 décembre 1993, modifiée), AMP Monaco s’engage à assurer la protection et la confidentialité des données à caractère personnel des utilisateurs de ses services, ainsi qu’à respecter leur vie privée. Cepandent, en applicant ce réglementation en matière de protection des informations nominatives vous concernant, vous disposez également d’un droit individuel d’opposition, d’accès et de rectification. Vous pouvez exercer ces droits en adressant votre demande, en ligne via le portail www.qe-magazine.com ou par courrier postal adressé à AMP Monaco, Service Client - 47, Boulevard du Jardin Exotique - 98000 MONACO CEDEX

Close