Il PizziNO di Riccardo P: un padre…

Stavi sulla porta e sorridevi con quel tuo sguardo bambino mentre io trafficavo tra cacciaviti e radio smontate un nuovo sogno di comunicazione. Poi siamo cresciuti tutti e due, caro Piero. Me le ricordo, sai, le notti di grilli in campagna ed io e te in piedi a ridere forte tra i denti scroccandoci mille sigarette, e ho perfetta memoria delle strane nostre gite della domenica a catturar rane e tritoni in una risaia. Le urla e l’odio rabbioso quando ero esattamente il figlio che avrei dovuto essere, poi il sorriso ed il compiacimento quando invece stavo sbagliando molto. Eravamo in controtempo io e te, però ci si capiva in fondo. Il lavoro di padre non è per tutti e non è facile, lo dicono i vecchi, lo dicono i saggi e pure tutti i fessi, però te ne rendi conto solo quando quel lavoro inizi a sudarlo sulla pelle. Ci son cose che ti vorrei ancora dire e carezze che ti vorrei sempre dare, ma mi sento in colpa nei tuoi confronti per un miliardo di motivi più o meno giusti, più o meno veri.. Non ricordo la data esatta di quando te ne sei andato, ma sono fatto così : rimuovo le cose brutte. So che stava per iniziare la primavera e che la tua infermiera aveva un sedere enorme mentre la guardavo allontanarsi da quella orrida stanza. Un uomo che resta solo deve trovare la forza di prendere a schiaffi la vita, superare il dolore delle gambe e dell’animo e rialzarsi, senza recriminare, senza dolersi, senza farlo pesare agli altri. In questo sei stato un ottimo esempio da non seguire, caro papà, ma (e ti prego di credermi) lo dico con grandissimo amore e consapevole del fatto che in mille altre cose le tue tracce positive sono ancora in me e le contino ad innaffiare tutti i giorni, anche se non ci sei. Tuo figlio Riccardo.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this. Informations légales et Protection des données personnelles Editeur du site : AMP Monaco, Entreprise individuelle de Maria BOLOGNA, immatriculée au RCI de Monaco sous N°07P07271 dont le siège social est situè 47, Boulevard du Jardin Exotique - 98000 MONACO CEDEX. NIS 9003 B 14839 N° Intracommunautaire FR 30 00007062 2 Hébergeur du site : REGISTER.IT Directeur de la publication : Maria BOLOGNA Informations nominatives Dans le cadre de ses activités et conformément à la législation en vigueur sur la Protection des Informations Nominatives sur Monaco (Loi n° 1.165, du 23 décembre 1993, modifiée), AMP Monaco s’engage à assurer la protection et la confidentialité des données à caractère personnel des utilisateurs de ses services, ainsi qu’à respecter leur vie privée. Cepandent, en applicant ce réglementation en matière de protection des informations nominatives vous concernant, vous disposez également d’un droit individuel d’opposition, d’accès et de rectification. Vous pouvez exercer ces droits en adressant votre demande, en ligne via le portail www.qe-magazine.com ou par courrier postal adressé à AMP Monaco, Service Client - 47, Boulevard du Jardin Exotique - 98000 MONACO CEDEX

Close