Coppie moderne

Ristorante, interno sera.
Un coppia siede al tavolo in attesa delle portate.
Notifica whatsapp (o fb, o messenger, o telegram o altro..) sul telefono di lei.
Lei sorride sorniona, ma non è dato sapere di cosa si tratta, poi replica con la velocità di Flash Gordon muovendo le dita curatissime sul touch screen.
Lui abbozza e si guarda in giro mentre pensa: “no, dai, non mi lasciare qui come un idiota a guardarti mentre messaggi i fatti tuoi a non si sa chi”.

Un signore distinto, dall’altro lato della sala, scambia uno sguardo tra il complice e il mortificato. La donna che è con lui sta facendo lo stesso. I due si sorridono mesti e tornano ad osservare le strane creature sedute di fronte a loro.

A questo punto scatta la dissimulazione.
Ovvero, la donna tenta di portare l’attenzione su un messaggio o una notifica assolutamente antecedente per giustificare la propria assenza digitale, quindi esclama: “incredibile, il mio amico xxxy si è fidanzato con yyyxx e gli sto dando dei consigli.” Poi aggiunge: “scusa eh.. ci metto un secondo”.
Lui sa che ella mente sapendo di mentire, ma per conservare un briciolo di autostima e soprattutto per orgoglio nei confronti del ristoratore, che da dieci minuti lo sta osservando da lontano con atteggiamento di commiserazione, esclama sorridendo: “ah! davvero? Si, si, capisco perfettamente.. prenditi il tuo tempo”.

Dopo quindici minuti lui ha consumato nella più mortificante solitudine il suo filetto al pepe, mentre ella non si è distaccata un picoscondo dal suo terminale. E’ in un mondo parallelo in cui i secondi corrono veloci perché la sua percezione della realtà è alterata dalla dopamina generata da quella comunicazione digitale con elevato feedback. Intanto nel mondo reale il piatto che recava il filetto al pepe viene ritirato dal cameriere e nuovi clienti si avvicendano ai tavoli del locale.
Finita l’impegnativa sessione la donna si rilassa e torna a pretendere tutta l’attenzione per sé.

E’ in quell’esatto momento che a lui arriva il whatsapp di un cliente che comunica di avere finalmente pagato quella fatturona in sospeso. Egli sorride felice e replica al messaggio con un cordiale: “Grazie, è bello avere clienti puntuali come te 🙂 “.
La donna stizzita esclama: “Guarda che se volevi fare i fatti tuoi potevi fare a meno di uscire con me!”

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this. Informations légales et Protection des données personnelles Editeur du site : AMP Monaco, Entreprise individuelle de Maria BOLOGNA, immatriculée au RCI de Monaco sous N°07P07271 dont le siège social est situè 47, Boulevard du Jardin Exotique - 98000 MONACO CEDEX. NIS 9003 B 14839 N° Intracommunautaire FR 30 00007062 2 Hébergeur du site : REGISTER.IT Directeur de la publication : Maria BOLOGNA Informations nominatives Dans le cadre de ses activités et conformément à la législation en vigueur sur la Protection des Informations Nominatives sur Monaco (Loi n° 1.165, du 23 décembre 1993, modifiée), AMP Monaco s’engage à assurer la protection et la confidentialité des données à caractère personnel des utilisateurs de ses services, ainsi qu’à respecter leur vie privée. Cepandent, en applicant ce réglementation en matière de protection des informations nominatives vous concernant, vous disposez également d’un droit individuel d’opposition, d’accès et de rectification. Vous pouvez exercer ces droits en adressant votre demande, en ligne via le portail www.qe-magazine.com ou par courrier postal adressé à AMP Monaco, Service Client - 47, Boulevard du Jardin Exotique - 98000 MONACO CEDEX

Close